::HOME    ::FIOM    ::IL NOSTRO LAVORO    ::COMUNICAZIONE    ::I TUOI DIRITTI    ::CONTATTI    ::FOTO    ::LINK   

 ▪ La Fiom
 ▪ Il nostro lavoro
 ▪ Comunicazione
 ▪ Informatica
 ▪ I tuoi diritti
 ▪ RSU
 ▪ RLS


Visite ricevute:
873044
Abbiamo on-line:
5 utenti
Home  >>  Il nostro lavoro  >>  Tam tam/Legale

22 luglio 2009
CASSA INTEGRAZIONE ORDINARIA E STRAORDINARIA

CASSA INTEGRAZIONE ORDINARIA E STRAORDINARIA

INDENNITA’ DI MALATTIA

 

Si tratta di un argomento fortemente sentito sul quale non esiste una interpretazione univoca: delegati e lavoratori ci hanno infatti segnalato prassi differenziate tra azienda e azienda e tra sedi Inps provinciali.

La circolare Inps n. 82 del 16/06/2009 chiarisce la posizione dell’Istituto in relazione al trattamento di malattia in presenza di cassa integrazione straordinaria e ordinaria:

 

Cigs e malattia

La legge 464/72, art. 3, prevede che la Cigs sostituisce in caso di malattia l’indennità giornaliera di malattia a carico degli istituti assicuratori.

Se durante la sospensione del lavoro (a zero ore) insorge la malattia, il lavoratore continuerà quindi a percepire la Cigs, non essendovi, peraltro, l’obbligo di comunicare lo stato di malattia.

Se lo stato di malattia è invece precedente a quello di sospensione per Cigs si dovranno distinguere due casi:

1. se la totalità del personale in forza all’ufficio, reparto o simili cui il lavoratore appartiene è sospesa, anche il lavoratore in malattia entrerà in Cigs dalla data di inizio della stessa;

2. se la totalità del personale del reparto al quale il lavoratore in malattia appartiene non viene sospesa, continuerà a beneficiare dell’indennità di malattia.

 

Cig e malattia

Su questo punto, le circolari precedenti dell’Inps stabilivano che in caso di malattia coincidente con un periodo di cassa integrazione ordinaria, sia a lavoratori sospesi a zero

ore sia a quelle ad orario ridotto spettasse esclusivamente l’indennità di malattia.

Con questa circolare il trattamento viene equiparato a quello della Cigs.

Se durante la sospensione del lavoro a zero ore insorge la malattia, il lavoratore continuerà quindi a percepire l’indennità di Cigo.

Se lo stato di malattia è invece precedente a quello di sospensione per Cigo si dovranno distinguere due casi:

1. se la totalità del personale in forza all’ufficio, reparto o simili cui il lavoratore appartiene è sospesa, anche il lavoratore in malattia entrerà in Cigs dalla data di inizio della stessa;

2. se la totalità del personale del reparto al quale il lavoratore in malattia appartiene non viene sospesa, continuerà a beneficiare dell’indennità di malattia.

 

Il testo della circolare solleva molte perplessità perché sembra determinare condizioni di diritto diverse a seconda che si sia in presenza di una sospensione a 0 ore di tutto il reparto oppure di una sospensione a rotazione.

Per questo motivo stiamo facendo approfondimenti di natura giuridica e giurisprudenziale. Invitiamo pertanto i lavoratori a segnalare ai delegati i casi  di malattia insorti prima della messa in Cigo e non retribuiti come tali per valutare eventuali contenziosi legali.

 

 



Newsletter
Inserisci la tua e-mail per ricevere la nostra newsletter









Il metallurgico


ABC Metalmeccanici
ABC Meccanici